Vai al contenuto

Plugin QFieldSync

Il plugin QFieldSync aiuta a preparare e confezionare i progetti QGIS per QField.

QFieldSync supporta la preparazione del tuo progetto automatizzando i seguenti punti:

  • Passi richiesti per la configurazione del progetto (es. portable_project)
  • Creare mappe di base da un sigolo raster layer o da uno stile definito in una vista mappa.
  • Configurare le funzionalità di editing offline e sincronizzazione delle modifiche

Procedura

Per avere una visione d'insieme del processo, riportiamo una lista dei passaggi principali:

  1. Creare un pacchetto QField. Si tratta di una copia di lavoro in una directory separata.
  2. Copiare il pacchetto QField sul proprio dispositivo.
  3. Andare sul campo e raccogliere i dati.
  4. Copiare i dati raccolti sul campo all'interno del proprio computer.
  5. Sincronizzazione dei dati raccolti con il proprio database o file.

Installazione

In QGIS, apri il gestore dei plugin e cerca qfield sync. Seleziona il plugin dalla lista e premi il pulsante Installa.

QField Sync nel QGIS plugin repository
QField Sync nel QGIS plugin repository

Configurazione

La configurazione del progetto è salvata nel file del progetto .qgs. In questo modo è possibili preconfigurare un progetto una sola volta è utilizzarlo ripetutamente.

Configurazione del progetto
Configurazione del progetto

Configurazione dei layer

Configurazione dei layer del progetto
Configurazione dei layer del progetto

Nel dialogo di configurazione del progetto, un azione può essere impostata per ogni layer separatamente. A dipendenza del tipo di layer, differenti tipi di azioni sono disponibili.

Copia

Il layer verrà copiato nella directory del pacchetto. Questo è diponibile solamente per layer basati su file.

Nessuna azione

La sorgente dati del layer non verrà modificata. Questo è disponibile solamente per layer non basati su file come WMS, WFS, Postgis...

Editing offline

Una copia di lavoro del layer è copiata nella directory del pacchetto. Ogni modifica eseguita nel progetto impacchettato durante il lavoro è registrata in un log. Quando in seguito si sincronizzano le modifiche, questo log sarà ripercorso e tutte le modifiche saranno applicate al database pricipale. Non è presente una gestione di conflitti.

Rimuovi

Il layer verrà rimosso dalla copia di lavoro. Questo è utile se un layer è usato nella mappa di base e non sarà disponibile nel progetto impacchettato.

Configurazione della mappa di base

Una mappa di base è un layer raster che è aggiunto come ultimo layer al file del progetto impacchettato.

Se l'opzione mappa di base è abilitata, una mappa di base sarà renderizzata quando il progetto verrà confezionato. L'area interessata - l'extent che verrà renderizzato - sarà scelta al momento del confezionamento.

Ci sono due possibili opzioni per la mappa di base:

Layer

Un layer raster. Questo è utile per avere una copia offline di un layer online come un WMS o per avere una copia di lavoro di un layer con un formato non supportato come ECW o MrSID.

Tema Mappa

Un tema mappa. Questo è utile per creare un "tema mappa" basato su una combinazione di differenti layer e stili. Questi layer possono poi venir rimossi dal pacchetto di lavoro e non necessitano di essere renderizzati sul dispositivo. Questo può risparmiare un po' di spazio e batteria sul dispositivo.

La dimensione delle "tile" definisce la risoluzione spaziale. Determina il numero di unità di mappa per pixel. Se il CRS del map canvas ha metri come unità e la dimensione delle tile è impostata a 1, ogni pixel raster avrà una dimensione spaziale di 1x1 m, se è impostata a 1000, ogni pixel raster avrà una dimensione spaziale di 1 chilometro quadrato.

Configurazione dell'editing offline

Se sincronizza solamente elementi nell'area interessara è vistato, solamente gli elementi che sono all'interno dell'area del map canvas nel momento della generazione del pacchetto verranno copiati nella copia offline di lavoro.

Confezionamento per QField

Una volta che il progetto è configurato, impacchettalo in una directory. Questa directory conterrà il file .qgs e i dati utilizzati.

Confeziona il progetto per QField
Confeziona il progetto per QField

Copia la directory sul tuo dispositivo. Apri QField, apri il progetto e inizia a raccogliere dati.

Salva sempre il progetto QGIS usando il solito "Salva con nome" di QGIS perché dovrai riaprirlo in seguito quando vorrai sincronizzare le modifiche.

Sincronizza da QField

Quando vuoi sincronizzare i dati raccolti, riapri il progeto in QGIS (quello che hai salvato con "Salva con nome")

Copia la directory del progetto dal tuo dispositivo al tuo computer e usa il menu Sincronizza da QField per sincronizzare le modifiche dal progetto portabile al progetto principale.

Sincronizza da QField
Sincronizza da QField

Sincronizza i tuoi dati solamente una volta. Questo significa che se vai di nuovo sul terreno a raccogliere ulteriori dati, dovresti prima creare un nuovo pacchetto QField per evitare problemi di sincronizzazione in seguito (es. duplicati).